Sono passati un paio di giorni e ancora siamo frastornati dalla quantità di emozioni provate. Riuscire a portare a termine la manifestazione sembrava davvero impossibile, eppure, a dispetto anche di chi ci aveva già dato per morti, ce l’abbiamo fatta. Tutti insieme, noi e voi.
Grazie ai nostri sponsor storici: Vibram, Hoka One One, Birra Menabrea, Eolo, Kratos, Metallurgica Bruno Crolla per averci riconfermato la loro fiducia anche in un anno così difficile.
Grazie ai nuovi sponsor che si sono aggiunti: Masters , NBS, La Tecnogalvano che ci hanno dato fiducia e che speriamo di non aver deluso.
Grazie alla FIDAL Piemonte per averci onorato scegliendo la nostra gara per l’assegnazione del titolo italiano e regionale, assoluto e master, di trail lungo.
Grazie alla Provincia del Verbano Cusio Ossola, alla Città di Omegna, ai comuni di Quarna Sopra, Quarna Sotto, Varallo Sesia, Nonio, per averci accordato i necessari permessi per poter svolgere la manifestazione in un periodo tanto complicato. Grazie per non essersi fermati di fronte alle difficoltà ma aver creduto in un progetto con un solido piano per la sicurezza, non è una cosa scontata.
Grazie a tutti i comuni che per ovvi motivi quest’anno non abbiamo potuto toccare ma che coinvolgeremo sicuramente nella prossima edizione.
Grazie a tutti coloro che sono stati impegnati per la sicurezza sui percorsi, alla Croce Rossa Italiana, al Soccorso Alpino, al Soccorso Piste del Mottarone, alle varie associazioni di Protezione Civile coinvolte. Mettersi in gioco in periodo di pandemia non è da tutti. Grazie per essere stati ancora una volta al nostro fianco e aver svolto come sempre il ruolo degli angeli custodi degli atleti.
Grazie alla Pro Loco di Omegna che anche se con cambi dell’ultimo minuto ha svolto in maniera encomiabile il proprio compito.
Grazie agli Gnomi del Mastrolini, a Quarna Outdoor, al Trail del Motty, per averci aiutato al passaggio sui sentieri che loro curano per i loro eventi per ricostruire il percorso, dopo che l’alluvione di inizio ottobre aveva gravemente danneggiato, quando non distrutto, una parte dei sentieri su cui normalmente transitavamo. Non è una cosa usuale, per questo vi siamo immensamente grati.
Grazie un milione di volte ai nostri volontari, organizzati come gli amici di Arola, A&Team, Cusio Cup, Rivano, Nordic Walking Novara o singoli.
Lo diciamo sempre e sembriamo un po’ un disco rotto ma è la verità: senza di loro UTLO non potrebbe esistere. In questo difficile momento vi siete ancora una volta messi in gioco e avete portato quell’umanità, quella gentilezza e quei sorrisi, anche se velati dalle mascherine, che hanno conquistato il cuore dei partecipanti.
Infine, Grazie a voi atleti. Ci avete sommerso di complimenti e ringraziamenti.
Il miglior complimento lo avete però fatto partecipando. Ci avete dato fiducia e noi speriamo di essere riusciti a meritarcela e avervi fatto sentire, per quanto possibile, al sicuro.
Il periodo è buio, abbiamo cercato di portare una piccola luce, un’alba, che possa essere di auspicio per una ripresa della normalità che tanto cerchiamo.
Come qualcuno ha detto, dopo aver terminato di riporre gli allestimenti nel magazzino, UTLO adesso è a nanna. State tranquilli, si risveglierà e, ancora una volta, sarà pronto ad accogliervi vestito a festa per mostrarvi le bellezze del lago d’Orta, per mettervi di fronte ad una nuova sfida con voi stessi, per applaudirvi quando l’obiettivo sarà raggiunto o consolarvi con un abbraccio e una birretta.
Lo sapete, UTLO non finisce mai.
Al prossimo viaggio.
Lo staff